Azienda Territoriale per l'Edilizia Residenziale della Provincia di Venezia

Le violazioni dei regolamenti

stampa

Numerosi inquilini segnalano all’Ater situazioni di disagio o disaccordo nei rapporti con il vicinato.

La casistica è varia: dai rumori molesti all’uso improprio degli spazi comuni fino a vere e proprie liti tra nuclei familiari.

Le competenze e le possibilità di intervento dell’Ater in questa materia sono ridotte. E’ quindi il caso di fornire alcune indicazioni per evitare perdite di tempo.

Offese e violenze non vanno segnalate all’Ater

La prima distinzione da compiere riguarda il comportamento che viene segnalato.

In genere le segnalazioni fanno riferimento al mancato rispetto del Regolamento per gli inquilini, o del Regolamento degli edifici e dei condomini o del Regolamento per l’autogestione. Ma non sempre è così.

Se vengono segnalate minacce, offese, intimidazioni o – peggio – atti violenti, non si tratta più di semplice mancanza del rispetto dei regolamenti: si tratta di comportamenti che possono configurare una ipotesi di reato. In questi casi la segnalazione non va indirizzata all’Ater, che non ha strumenti per intervenire, ma si deve presentare denuncia alla magistratura, attraverso Polizia o Carabinieri, che deciderà in merito a quel particolare fatto. Copia della denuncia va mandata all’Ater.

Se invece la segnalazione riguarda un’effettiva violazione di quanto prescritto dai regolamenti (che tutti gli inquilini sono tenuti a conoscere ed osservare in quanto vengono sottoscritti e consegnati all’atto della stipula del contratto oppure adottati e comunicati dall’assemblea dei condomini o degli assegnatari), occorre formularla nel modo corretto e rivolgersi alle persone giuste.

Niente segnalazioni anonime o telefoniche

Innanzitutto occorre tenere ben presente che l’Ater non accetta e non prende in considerazione segnalazioni anonime e segnalazioni telefoniche. La materia è delicata, poiché coinvolge più persone, perciò va affrontata con la massima attenzione.

Come segnalare una violazione dei regolamenti

L’inquilino che intende segnalare una violazione dei regolamenti dovrà seguire queste indicazioni:

  • se esiste un amministratore di condominio o un responsabile dell’autogestione, il fatto andrà segnalato all’amministratore o al responsabile il quale riferirà all’Ater solo qualora la violazione sia grave e ripetuta nel tempo;
  • se invece il condominio o l’autogestione non sono costituiti, la segnalazione dovrà necessariamente essere inoltrata all’Ater comprovata da testimonianze e in modo documentato.

Cosa dice la legge

Nel caso di alloggi locati secondo la disciplina che regola l’Edilizia residenziale pubblica, la legge regionale n.39/2017, articolo 32, “Decadenza dall’assegnazione dell’alloggio”, prevede che “I comuni e le Ater dichiarano, previo parere della commissione alloggi …, la decadenza dall’assegnazione nei seguenti casi: … h) l’aver causato gravi danni all’alloggio o alle parti comuni dell’edificio; i) grave e reiterata inosservanza delle norme del regolamento condominiale e, qualora sia di competenza dell’assegnatario, mancata gestione dei servizi accessori e degli spazi comuni.”
Quindi l’articolo 19 del Regolamento regionale in materia di edilizia residenziale pubblica stabilisce, all’articolo 19, le fasi del “Procedimento di dichiarazione della decadenza dall’assegnazione”. (Vedi scheda “Decadenza”).

Responsabile per le pratiche relative alle segnalazioni di violazioni dei regolamenti è il Servizio Utenza. Per le pratiche di risoluzione del contratto in via giudiziale per inadempienza del conduttore, responsabile è il Servizio Legale dell’Ater.

 

Torna Sutorna su