Azienda Territoriale per l'Edilizia Residenziale della Provincia di Venezia

Il termine per presentare la documentazione reddituale è scaduto e l’Ater ha spedito agli inadempienti il “preavviso di decadenza”

stampa

Venezia, 22 settembre 2014 – I termini per la presentazione della documentazione anagrafico-reddituale sono scaduti.

L’Ater pertanto, come previsto dall’art. 20 della legge regionale n. 10/1996 che disciplina l’assegnazione e la fissazione dei canoni degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, ha inviato a tutti gli assegnatari che non hanno presentato la dichiarazione una lettera raccomandata con il “Preavviso di decadenza dall’assegnazione”.

La lettera è un “atto dovuto” dell’Ater a tutela di chi non ha presentato la dichiarazione. Vi si ricorda che presentare la dichiarazione è un obbligo previsto dalla legge e che, se non verrà presentata entro 90 giorni dalla data di ricevimento della lettera stessa, verrà richiesto al comune l’avvio della procedura di decadenza dell’assegnazione nei confronti dell’assegnatario inadempiente, con conseguente sfratto dall’alloggio. Inoltre, per il periodo di permanenza nell’alloggio posteriore al 1° gennaio 2015, verrà applicato il canone previsto dalla legge 392/1978 maggiorato del 150 per cento.

Si invitano quindi gli assegnatari che non l’abbiano già fatto, a presentare urgentemente la dichiarazione anagrafico-reddituale agli uffici dell’Ater nei giorni di ricevimento del pubblico: il lunedì pomeriggio dalle 15 alle 17 e il mercoledì mattina dalle 9 alle 12.

Qualche assegnatario può aver presentato la dichiarazione dopo che l’Ater aveva effettuato il controllo per individuare a chi mandare la lettera di “Preavviso di decadenza”. In tal caso, non se ne deve tener conto.

———————

Si ricorda che:

  • deve presentarsi l’intestatario del contratto di locazione o il legittimo successore in caso di decesso o separazione. Può presentarsi anche un’altra persona, purché con la delega (vedi, in questo sito, il mod. 12UTdel/2013, scaricabile) firmata dall’assegnatario e la fotocopia di un documento di identità valido, sempre dell’assegnatario.
  • si dovrà portare, come gli anni scorsi, tutta la documentazione necessaria a dimostrare il reddito percepito da ogni componente del nucleo familiare nel corso dell’anno 2013, cioè:

per ciascun componente del nucleo familiare, i relativi modelli, che potranno essere:

  • MODELLO CUD/2014 (Certificato lavoro dipendente o Certificato di pensione).
  • MODELLO UNICO/2014 (Dichiarazione delle persone fisiche).
  • MODELLO 730/2014 (Dichiarazione dei lavoratori dipendenti e pensionati).
  • ALTRE CERTIFICAZIONI SOSTITUTIVE, relative a redditi percepiti a qualsiasi titolo nel 2013, per i quali non vi è l’obbligo di presentare la dichiarazione fiscale.
  • Si raccomanda inoltre il CUD in caso di presenza di somme erogate per l’incremento della produttività del lavoro.

Non servono e non sono ammessi il Modello ISEE e il Modello RED.

  • è obbligatorio:
  • Presentarsi anche se il nucleo familiare è privo di reddito.
  • Presentarsi anche se il reddito 2013 è stato già dichiarato, ai soli fini di un ricalcolo del canone di locazione.

 

 

Torna Sutorna su